La melagrana: scopriamo le proprietà!

👉ricca di antiossidanti
👉dissetante
👉anti-infiammatorio naturale
👉aiuta la rigenerazione cellulare
Continua a leggere

OMS: carni lavorate (wurstel, prosciutti, ecc.) cancerogene, meglio eliminarle dalla nostra alimentazione!

Le carni lavorate come i wurstel e gli insaccati sono cancerogene, e vanno inserite nel gruppo 1 delle sostanze che causano il cancro a pericolosità più alta come il fumo e il benzene. Lo afferma l’International Agency for Research on Cancer (IARC) dell’Oms.

La decisione è stata presa, si legge nel documento, dopo aver revisionato tutti gli studi in letteratura sul tema. Il gruppo di lavoro ha classificato il consumo di carne lavorata nel gruppo 1 in base a una evidenza sufficiente per il tumore colorettale. Inoltre è stata trovata una associazione tra il consumo di questi prodotti e il tumore allo stomaco.

 

LA LISTA OMS DELLE CARNI CANCEROGENE
Le carni lavorate, spiega l’Oms, includono le carni che sono state trasformate ”attraverso processi di salatura, polimerizzazione fermentazione, affumicatura, o sottoposte ad altri processi per aumentare il sapore o migliorare la conservazione”. La maggior parte delle carni lavorate contiene maiale o manzo, ma le carni lavorate possono anche contenere altri tipi di carni rosse, pollame, frattaglie o prodotti derivati dalla carne come il sangue. Esempi di carni lavorate includono dunque, avverte l’Oms, gli hot dogs, prosciutto, salsicce, carne in scatola, preparazioni e salse a base di carne, anche bianca.
Meno a rischio, ma comunque da moderare notevolmente rispetto a quanto siamo abituati, quelle rossenon lavorate, inserite fra le ‘probabilmente cancerogene’.

carne

Continua a leggere

Alimentazione e tumori

Mi domando come certi medici abbiano il coraggio di prescrivere diete prevalentemente a base di carne come unico rimedio per ogni problematica: una persona che ha già avuto un tumore, a cui viene consigliato di consumare 3 volte alla settimana carne bianca, Continua a leggere

Broccoli e cavolfiori come antitumorali? Una ricerca sembra confermare il ruolo di questi vegetali!

Da tempo si pensa che le verdure classificate nel gruppo delle crucrucifere (broccoli, cavolfiori, cavoli, cavolini di Bruxelles e rape), abbiano un’azione protettiva nei confronti di diversi tumori, ma questa ipotesi è ancora aperta e in discussione. Continua a leggere