SUGO AL “POMODORO” DI BARBABIETOLA 

Riconosco che questa ricetta sarà un “insulto” per gli amanti del pomodoro, ma essendo un alimento che spesso molti di noi tollerano poco o non riescono a mangiare, nel tempo ho cercato soluzioni per sostituirlo, e questa è sicuramente la migliore.

👶Un ottimo sugo adatto a tutti, anche per far mangiare verdure diverse ai vostri bambini!

🍽INGREDIENTI: barbabietole, cipolla, carota, sedano, aglio, olio extravergine di oliva, origano, pepe nero, basilico, acidulato di umeoboshi, brodo di dado vegetale poco salato fatto in casa o vino bianco Continua a leggere

“Pensa a tutta la bellezza ancora rimasta attorno a te e sii felice”

“Pensa a tutta la bellezza ancora rimasta attorno a te e sii felice” scrisse una grande giovane donna.
Anche nei momenti difficili, proviamo se possibile a trovare la bellezza intorno a noi.
Un brunch home made la domenica mattina, #unfioreperognivenerdì della
La Fiorellaia sul tavolo, un po’ di musica in sottofondo, il sole fuori dalla finestra e assaporo la bellezza.
Non c’è altro da dire, bensì godere di un piccolo momento di felicità.

Una tisana con la dietista chiacchierando sulla prevenzione del carcinoma mammario e delle sue recidive

Una tisana con la dietista chiacchierando sulla prevenzione del carcinoma mammario e delle sue recidive: resoconto del primo appuntamento. Vista la grande richiesta di partecipazione ho diviso la serata informativa in più appuntamenti per chiacchierare meglio con tutti e tutte voi vista la distanza e la difficoltà di non potersi vedere di persona. Per cominciare quindi grazie a chi ha partecipato al primo incontro e grazie a chi ha deciso di aspettare e partecipare ai prossimi appuntamenti. Nonostante qualche difficoltà di connessione, nonostante la distanza, nonostante la stanchezza delle giornate che stiamo vivendo è stata una chiacchierata molto intensa e costruttiva. Vedersi di persona lo so, è tutta un’altra cosa ma apprezziamo le piccole cose come una tisana calda sul divano di casa, la copertina di pile sulle gambe e una piacevole serata in compagnia, anche se distanti.

31 ottobre, ricordiamo questa giornata

Che sia Halloween,
che sia il Dia de los Muertos,
che sia la celebrazione dei defunti,
che sia Samhain,
ricordiamo questa giornata.
Ognuna di queste tradizioni porta con sé storie vissute. Io ho scelto di ricordare Halloween perché lo festeggiavo da piccola nonostante fosse ancora poco conosciuto in Italia. Era un modo per passare una giornata insieme ad intagliare zucche (che all’epoca era quelle buone da mangiare perché quelle decorative non erano così diffuse) e girare alla ricerca di leccornie nelle case dei vicini. Vicini i quali non sapendo cosa dare, fornivano prevalentemente mandarini, frutta che avevano in casa, biscotti e qualche caramella.
Quest’anno i festeggiamenti sono limitati allo stare in casa vista la gravità della situazione che stiamo vivendo però anche semplicemente decorare un mandarino trasformandolo in zucca, rendere una banana un simpatico fantasmino, perché no?
Gesti spaventosamente semplici ma carichi di significato.
🎃🎃🎃🎃🎃🎃🎃🎃

L’autunno è andare a castagne, ma attenzione!

L’autunno è “andare a castagne”.
Due informazioni velocissime:
🌰Non tutte le castagne sono commestibili, attenzione a ciò che raccogliamo.
I viali di paesi e città sono pieni di castagne “matte” che sono tossiche.
🌰Come riconoscerle?
Le castagne matte, frutti dell’ippocastano, sono contenute all’interno di un guscio verde acceso rivestito da pochi e corti aculei. Solitamente ne si trova una sola che si presenta bella rotonda e grossa.
Le castagne commestibili invece sono all’interno dei classici “ricci”, marroni e ricoperti da spine lunghe e molto pungenti. Nei ricci del castagno si trovano solitamente 2 o 3 castagne che sono di forma più piatta.
🌰Se avete raccolto le castagne sbagliate cosa farne? Non le mangiate (sono molto tossiche!) ma fate quello che mi faceva fare la mia nonna (e che faccio anche oggi): metterle sotto il materasso per “scacciare il raffreddore di stagione”. Una credenza popolare derivante dalle proprietà dell’escina contenuta nei frutti dell’ ippocastano ed utilizzata per scopo veterinario e cosmetico.
🌰Le castagne matte sotto il materasso scacciano quindi il raffreddore? Come tutte le tradizioni bisogna più che altro crederci!