Pasta e cicerchie

MAE_0517.NEF

Ingredienti (per una persona):

– una tazza di cicerchie ammollate per una notte e poi lessate (o una lattina di fagioli borlotti)
– un etto di pasta corta
– brodo vegetale (una tazza e mezza ma abbondate che è meglio)
– cipolla e aglio
– peperoncino, alloro, rosmarino, salvia
– olio buono qb
– concentrato di pomodoro (1-2 cucchiai)
– vino rosso qb

Preparazione:

Veloce. Soffritto di cipolla-aglio-alloro-rosmarino-salvia-peperoncino. Buttate le cicerchie cotte. Rosolate. Buttate la pasta. Rosolate (tipo risotto). Sfumate con il vino. Versate il brodo, portate a cottura aggiungendo tanto brodo quanto ne serve.

Ora: la pasta deve essere molto ben cotta. Togliete uno-due mestoli (anche di più se la state facendo per dieci) di p&c e frullate con un po’ di brodo (alternativa sprint: frullatore a immersione direttamente in pentola). Ributtate tutto in pentola, aggiungete il pomodoro concentrato, allungate se necessario con altro brodo.

Servite con olio crudo, pepe e lievito alimentare in scaglie.

Versione due: potete cuocere le cicerchie direttamente in pentola. In questo caso non buttate la pasta all’inizio, ma sfumate col vino le sole cicerchie e cuocetele con acqua fino a quando sono tenere. A quel punto asciugate un po’ il brodino che si è formato, buttate la pasta e sfumate col vino, riprendendo in pratica la ricetta da dove l’avevate lasciata.

 

fonte: tiliatarrare.wordpress.com
immagine: 
tiliatarrare.wordpress.com