Olio allo zenzero: come prepararlo e utilizzarlo

olio-allo-zenzero2

Lo zenzero è una spezia “calda” particolarmente preziosa nel periodo autunnale e invernale anche se, viste le sue proprietà andrebbe mangiato tutto l’anno.
Ecco la ricetta per un olio allo zenzero, aromatico al punto giusto e perfetto per condire insalate, verdure crude e cotte, patate, pesce o altro. Provate il sapore e adattatelo al vostro gusto, scoprendo con cosa secondo voi si abbina meglio e poi utilizzatelo a piacere assecondando il vostro palato.

ingredienti:

– 1 radice di zenzero
– 1 bottiglia di olio evo da 500ml

Procedimento:

Innanzitutto procuratevi una radice di zenzero, togliete la parte esterna e tagliatela a fettine sottili o (se volete che il sapore sia più intenso grattugiatela). La quantità che metterete nel barattolo con l’olio extravergine d’oliva (500 ml) varia a seconda che vogliate realizzare un olio dal sapore di zenzero più o meno forte. Generalmente si utilizzano 30-40 grammi, ma potete metterne anche meno se temete che il sapore sia troppo caldo e piccantino. Lasciate macerare lo zenzero insieme all’olio nel barattolo di vetro al buio per una settimana, agitandolo ogni giorno anche più volte. A questo punto potete utilizzare l’olio e avete due possibilità: filtrarlo prima, oppure lasciare anche i pezzettini di zenzero (soprattutto se l’avete grattugiato) per arricchire i vostri piatti!

Rischio botulino? Come tutte le conserve sott’olio anche questa preparazione a base di zenzero potrebbe non essere immune dal rischio botulino. Il modo migliore per scongiurare il rischio è quello di congelare l’olio prima di consumarlo. Secondo gli ultimi dati diramati dall’Istituto Superiore della Sanità però i casi di botulino in Italia sono ormai davvero molto rari, si parla di 20 persone intossicate all’anno di cui solo 5 con conseguenze mortali.

autore: Francesca di NaturoMania
fonte e immagini: greenme.it