Il daikon: una radice con tante proprietà e utilizzi da scoprire!

Il daikon, radice bianca simile ad una carote (ma dal sapore decisamente più forte e piccante) appartenente alla famiglia delle Brassicaceae, conosciuta anche come ravanello bianco o ravanello giapponese è un alimento ricco di minerali come calcio, potassio, magnesio, ferro, fosforo, e di vitamina C, vitamine del gruppo B e fibre.

daikon4_1140

E’ noto perché “aiuta a bruciare i grassi” grazie alla sua capacità di metabolizzarli ma ha sopratutto virtù disintossicanti, anti gonfiore, diuretiche e drenanti.

Agisce inoltre come mucolitico e quindi è utile in caso di tosse e raffreddore, ottimo quindi nel periodo invernale in cui lo troviamo di stagione.

È indicato in caso di inappetenza, digestione lenta, meteorismo e gonfiore intestinale.
Viene, inoltre, consigliato contro nausea e vomito e può dunque essere un prezioso alleato anche delle donne in gravidanza quando, soprattutto durante il primo trimestre, subentrano questi disturbi, o durante i trattamenti chemioterapici.

Inoltre è un alimento a bassissimo contenuto calorico!

La sommità della radice è dolce e adatta ad essere mangiata cruda, grattugiata o a scaglie; la parte bassa ha un sapore più intenso e piccante che rende preferibile cuocerla a vapore e poi farla saltare in padella. La radice è gustosa anche cotta al forno, da sola o con altre verdure, e condita con un buon olio extravergine d’oliva e con abbondanti erbe aromatiche.

Il daikon è indicato inoltre per la preparazione di minestre, stufati e zuppe.

Si può utilizzare anche secco e fatto rinvenire in acqua tiepida: questa modalità di consumo è conosciuta sopratutto per l’effetto “brucia grassi”.

In commercio si trova anche sotto forma di “insalatini” quindi tagliato a julienne e poi fermentato con acidulato di umeboshi (condimento giapponese a base di prugne salate). La leggera fermentazione lattica riduce il sapore piccante e dona preziosi enzimi che favoriscono la digestione, oltre ad aumentarne le proprietà proprio grazie alla presenza del prezioso acidulato.

Nei prossimi giorni scopriremo come utilizzarlo…

 

Immagine presa da: http://www.lifegate.it/