Acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi

acidi-grassi-monoinsaturi-e-polinsaturiIn qualunque tipo di dieta equilibrata la maggior parte dei grassi dovrebbe provenire non dai grassi saturi bensì da acidi grassi monoinsaturi (MUFAs) e polinsaturi (PUFAs), di cui fanno parte anche i “famosi” omega-6 e degli omega-3, grassi definiti essenziali perchè il nostro organismo non è in grado di produrli autonomamente, e vanno quindi assunti obbligatoriamente con la dieta.

Includere abitualmente la frutta secca e i semi oleaginosi nell’ambito di una dieta variata a base di cibi vegetali permette di limitare l’assunzione di grassi saturi e colesterolo, ma soprattutto di aumentare l’assunzione di questi grassi.

La frutta secca è estremamente versatile e si presta a molti usi: a partire dalla colazione, come condimento di primi piatti, nelle insalatone, con la frutta, nei dolci, ecc.

Anche per quanto riguarda i semi la loro versatilità di utilizzo è molto ampia, ricordandoci anche di utilizzare ad esempio la salsa di sesamo, il tahin, ottenuta dalla macinazione dei semi di sesamo, che si può utilizzare per condire o esaltare il sapore di molti piatti.

E’ preferibile consumare questi prodotti non tostati, in quanto il calore denatura i preziosi acidi grassi in essi contenuti, e quindi è preferibile aggiungerli a preparazione ultimata!

Ricordiamoci infine di preferire sempre frutta secca e semi al naturale, senza aggiunta di sale o zucchero e prestando sempre attenzione a macinare i semi, o masticarli molto accuratamente, per permetterne un giusto assorbimento!

divider autore
Alessandra Zanini Dietista

fonte
(immagine)
www.nonsprecare.it